Il giocatore d’azzardo che è un vero fenomeno

Sorel Mizzi è uno di quei giocatori che fa sempre parlare di sé nel bene e nel male, insomma una poker star. Abbiamo già sentito molte volte che Sorel era pronto a voltare pagina e dopo le molte difficoltà potrebbe essere arrivato proprio il momento giusto per farlo. Il talento del giocatore è indiscusso a livello di poker, ma le sue scelte matte sono molto spesso incredibili e ne hanno compromesso in modo irreparabile la reputazione a livello mondiale. Il canadese racconta che a 21 anni nel 2007 era a inizio carriera e provenendo da una famiglia povera aveva scoperto di possedere le doti per cambiare la propria vita e si sentiva sopra tutto. Ovviamente il futuro gli prospettava qualcosa di più complesso e mentre era tra i primi giocatori mondiali a livello di torei è arrivato il primo scandalo che lo ha visto essere bannato da FullTilt Poker dopo che aveva giocato con il conto di Chris Vaughn la parte finale di un evento con 198.000$ vinti che poi vennero confiscati. Il sospetto da allora si è sempre posato sulle spalle di Sorel, da giocatore adorato è diventato un giocatore emarginato, la tristezza lo accompagnava sempre, la depressione e la grande rabbia. La sua reazione fù pessima e iniziò a divenire quello che di male dicevano gli altri di lui, perdendo il rispetto per se stesso. Nel 2010 un’altra bastonata con l’accusa da parte di 2+2 di ghosting, ma non ci furono mai prove a riguardo. In molti sperano che il 2013 possa essere l’anno della rinascita di Sorel Mizzi.

I commenti sono chiusi.